Wednesday 27 January 2021
UMILTA'
Saturday 17 March 2007

UMILTA’

 

Circa un mese fa, è venuto da noi in palestra ad allenarsi il Maestro di Judo di Laives, Bruno Endrizzi, accompagnato dal nostro iscritto, ma anche suo allievo judoka Sergio Platzer.

 

Premesso che si tratta di un uomo tutto d’un pezzo, di quasi 60 anni con 40 di judo alle spalle; un maestro che ha tirato su tre generazioni di atleti anche di spessore, sempre in ombra al Maestro Dalsass, ma mai secondo a nessuno.

 

“el Bruno”, pensionato da poco, siccome era chiusa la sua palestra per festività, è così appassionato che, non sapendo cosa fare, al posto di fare salotto a casa sua, come avrebbe fatto un qualunque signore della sua età, ci è venuto a trovare pieno di passione per la lotta e tutte le sue sfaccettature.

 

L’imbarazzo da parte mia e degli altri, sorge quando ci accorgiamo che Bruno si presenta in palestra con la cinturina bianca…

 

Io debbo condurre una lezione con Bruno che, nel mucchio di persone che possono essere suoi figli o nipoti, indossa dopo quarant’anni di Judo (un signor Judo), la cintura bianca.

 

Io debbo condurre una lezione con Bruno che indossa la cintura bianca, quando 7-8 anni fa, fu proprio lui a darmi i rudimenti del corpo a corpo, durante il mio primo stage estivo di judo (15 gg 4 ore al dì).

 

E lo debbo fare, perché lui è lì in palestra per questo, per vedere qualcosa di nuovo, per farsi un’idea. Per allenarsi, è venuto apposta.

 

Ogni tanto mi risuona ancora nella mente una delle prime chiavi di lettura che mi diede proprio lui e che tuttora ritengo fondamentale tener presente, oltre che spiegare nelle prime lezioni ai principianti:

 

“…quando a terra controlli la testa dell’avversario, per lui è impossibile far qualcosa, è bloccato…”

 

Umiltà.

 

Questo sia di scuola a noi tutti.

  

Grazie per questo insegnamento Bruno !

 

A presto, il tuo allievo,

 

Alessandro

 
< Prec.   Pros. >