Sunday 25 August 2019
Stefan Runggaldier: il silenzio dell'umiltÓ, la passione per il Jiu Jitsu
Monday 09 April 2012

Stefan,

un ragazzo silenzioso, con lo sguardo sempre rivolto verso il basso, ma fisso nei tuoi occhi quando gli stai spiegando qualcosa; il suo sguardo si accende di interesse quando sta provando una tecnica.

Circa un anno e mezzo fa, il nostro Peter ce lo presenta come un suo collega; nessuno lo nota, si fa i fatti suoi e fugge dopo l'allenamento.

Mi accorgo io di lui, quando noto come si riscalda prima dell'allenamento, mentre gli altri fanno "salotto"; in particolare noto la ricercatezza dei suoi drills, tipici di chi ha studiato, ricerca e si è appassionato; col tempo e sempre più assiduamente lo possiamo vedere attivo anche nelle classi di San Genesio (le cosiddette in più), dove tanto si cura il dettaglio essendo sempre in pochi e motivati.

Che dire, Peter ci dice che Stefan è un'altra persona. Da quando pratica il Jiu Jitsu è un piccolo drago di umorismo e in generale è ancor più di prima una bella persona.

Abbiamo avuto il piacere di averlo dei nostri alla spedizione del 25/03/2012 ai Campionati Italiani di Grappling, dove Stefan ha dato tutto, ma purtroppo senza riuscire nell'impresa. Anche qui, la bella cosa è stato per me notare che non si è nemmeno cambiato, pur di poter vedere tutti i match successivi della giornata. Sono stato contento a quel punto di aver fatto bella figura anche io con lui facendo una bella gara, facendogli vedere che ha un maestro che se la cava... e che comunque si mette in discussione...

Grazie per essere così appassionato e continua così, nel BJJ vince la guerra chi ha la testa dura !

Alex Federico

stefan runggaldier.jpg

 
< Prec.   Pros. >