Tuesday 20 April 2021

Scelta lingua

Sprache auswahl:

IL VERO MAESTRO
Wednesday 12 October 2011

trovo questo link su youtube. Mi vengono in mente tante cose che si potrebbero dire, tanti personaggi presenti anche sulla piazza di Bolzano, "guru", creatori di "sistemi propri", maestri nel porre in ombra gli altri per poter eccellere, insicuri, per questo rigidi con gli alunni; mai in discussione, perchè insicuri...Creatori di sistemi propri, perchè non in grado di progredire in quelli esistenti e , ritengo anche un poco arroganti (per esempio, non hai mai studiato un' H del BJJ, non hai mai praticato la boxe, mai fatto un po' di lotta, sempre stato fuori forma ed elabori un sistema che ritieni completo? chiamandolo come un gioco stile play station...?), maestri con attuali diplomi veri, ma dal passato "invisibile", basato sul racconto...con presenza molto discutibile, nemmeno da "ex atleta"...

Troppo; dico solo che il maestro che sia tale, il rispetto se lo guadagna dimostrando le sue capacità agli studenti sul campo, con loro, in allenamento anche contro di loro, in gara con loro finché possibile, diventando egli stesso alunno quando sia il caso, chiamando presso la propria scuola persone a lui superiori per tecnica o trascorsi agonistici, non ponendosi come "unico" punto di riferimento, ma indicando una "via" da percorrere, per quanto possibile assieme. Questa è umiltà. La base di tutto...

ecco, quindi, senza riferimento a tutto il contenuto delle malefatte tipiche della casistica umana, elencate nel clip, ma prendendo alcuni spunti, parliamo di Bolzano:

Bolzano è un posto decentrato, dove la competizione e la concorrenza del mondo delle arti marziali è stata sempre pressochè nulla. Sulla piazza bolzanina hanno sempre regnato incontrastati, non per merito, bensì per assenza di antagonisti, alcuni personaggi, tra cui qualcuno sicuramente validissimo (mi sovviene un vero e proprio Leonida del Judo, il maestro di  Laives Toni Dalsass, i kickboxers Marius Trenkwalder o il mitico Franz Haller, i quali , per primi hanno fatto parlare di sé, poi dei loro alunni...), ma in altre circostanze, purtroppo, hanno messo radici personaggi per l'appunto che, privi di qualsivoglia concorrenza, si sono piazzati presso strutture pubbliche di ampio valore, 5 giorni feriali su 5. per 20 a volte 30 se non in rari casi 40 anni sino ai giorni nostri. Hanno arredato le predette strutture a propria immagine...dove non sia stato possibile, sono però presenti adesivi e miriadi di manifestazioni di possesso di un qualcosa che in realtà non è loro ma che ti ci fa sentire ospite quando ne fruisci pagando un legittimo affitto comunale o clandestino al solo passarci vicino (in casa mia? cioè una pubblica struttura?). Ritengo che nemmeno un olimpionico dovrebbe fruire di strutture pubbliche di grande valore come quelle bolzanine con unico dominio.  Non ne parliamo in questo caso; non vedo atleti o ex atleti olimpici fra questi dinosauri, ma solo sedicenti ex atleti. Inoltre molte di queste ASD sono in innegabile declino; basta guardare l'esiguo numero di partecipanti alle loro lezioni, o le notizie che inspiegabilmente riescono a far pubblicare di sé, dove arrampicandosi sugli specchi cercano di dare parvenza di qualità e quantità al proprio lavoro.

E finiamola con questa scusa che dato il duro tirocinio, la dura selezione che la tua scuola obbliga all'atleta, nessuno è ancora riuscito eccetera. La verità è che se in 20-30-40 anni di attività, non c'è gente che ti ha seguito, e attorno a te c'è per il 95 % solo gente nuova, e anzi, siete meno di 20anni fa, in qualcosa, ammettilo, devi aver fallito... Inoltre il fatto che tu ci sia da trent'anni, se sei ridotto in queste condizioni soprattutto, non giustifica che ci debba essere solo tu e che tu debba ostacolare il nuovo che avanza.

Poi siamo arrivati noi della Gracie Jiu Jitsu Bolzano. Nemmeno noi siamo olimpionici, ma siamo tanti, appassionati, pratichiamo un sistema che ha rivoluzionato il modo di essere di un praticante marziale, che piace e che quindi ha diritto di essere praticato. Siamo moderni : di noi puoi vedere cosa abbiamo fatto o sappiamo fare su youtube o sui siti web.

Pratichiamo in modo trasparente; se ci vieni a trovare, puoi "testarci" e noi "testiamo te" subito.

Qualcuno s'è unito a noi.

Molti di noi provengono da fuori, da grandi città; hanno appreso le discipline da veri, grandi maestri e tuttora lo fanno; il caposcuola in primis.

Questi grandi maestri ora li portiamo qui, e portiamo qui i loro grandi insegnamenti.

Ma soprattutto: siamo atleti e alunni  prima dei nostri studenti e IL MAESTRO COMBATTE CON GLI ALUNNI...dimostra sempre sul campo la validità del suo insegnamento.

BUONA VISIONE

bolzano 10ottobre111.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bolzano , 11 OTTOBRE 2011, un allenamento qualunque...

 
< Prec.   Pros. >